Storie di mondi scomparsi

Scrigni preziosi provenienti dagli abissi del tempo profondo: grazie ai fossili il paleontologo – al pari di un investigatore sulla scena del delitto – può ricostruire i capitoli più remoti della storia della vita sul nostro pianeta. Semi, gusci, denti, ossa, ma anche indizi di azioni e spostamenti, come ad esempio le «piste» lasciate dal passaggio di molte specie di dinosauri, o i segni delle grandi estinzioni di massa fanno luce sui fragili equilibri che hanno caratterizzato la storia della Terra.

Raffaele Sardella è paleontologo, insegna e svolge attività di ricerca nel Dipartimento di Scienze della Terra alla Sapienza – Università di Roma, dove è responsabile del laboratorio PaleoFactory. In questa stessa collana ha pubblicato «Storia della vita sulla Terra» (2009) e «L’era glaciale» (2011).

Indice
Prologo – Capitolo I: Un po’ di storia – Capitolo II: Come un detective: il mestiere del paleontologo – Capitolo III: Italia, terra di dinosauri – Capitolo IV: Una penisola nella penisola – Capitolo V: Lazio, El Dorado della preistoria umana – Capitolo VI: La stirpe dei lunghi canini – Conclusioni – Per saperne di più

Per acquistare il volume: Il Mulino